Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Il DAMA protagonista della Terza Missione UNIMI

locandina

Il 18 Novembre, presso la splendida Sala Napoleonica di Palazzo Greppi in via Sant’Antonio, sì è tenuto l’evento “Sostenibilità, diritti, innovazione sociale”, inserito nel programma degli eventi di Book City alla Statale.

È stata l’occasione per presentare il libro “Unimi per l’inclusione, le comunità e il cambiamento sociale”, primo volume della collana della Milano University Press “Unimi Connect. Universo Terza Missione dell’Università”, curato da Luca Carra, Natalia Milazzo, Sergio Cima, Massimo Bianchi e Marco Mori.

La collana è nata dall’idea di valutare i cambiamenti generati dalle Università, attraverso il racconto dei casi Studio di Terza Missione presentati dal nostro Ateneo in occasione della valutazione ANVUR.

Alla presenza del nostro Rettore, Prof. Elio Franzini, sono stati presentati i casi-studio del primo volume, attraverso il racconto degli stakeholders, con una tavola rotonda molto partecipata ed emozionante.

È un’iniziativa che permette di conoscere attività di Terza Missione del nostro Ateneo e i cambiamenti sociali generati da questi progetti, molto innovativi e poco conosciuti al di fuori del tessuto sociale coinvolto da ogni singolo caso-studio.

Tra i casi-studio presentati alla tavola rotonda, il DiSS è stato protagonista con DAMA (Disabled Advanced Medical Assistance), i cui contenuti hanno molto appassionato tutti i presenti per il forte impatto sociale generato da quest’attività innovativa, che si è consolidata nel tempo, continuando nella sua crescita.

E’ stato davvero molto emozionante – ha commentato il dott. Filippo Ghelma, Ricercatore in Chirurgia Generale del nostro Dipartimento, nonché fondatore e coordinatore di DAMA - ascoltare quanti progetti di elevatissima qualità e grande impatto sociale nascano dalle persone che lavorano nel nostro Ateneo e che, evidentemente, non si occupano solo di formazione e ricerca. Siamo molto orgogliosi e curiosi di conoscere i progetti che verranno presentati nei prossimi volumi”

 

 

24 novembre 2022
Torna ad inizio pagina