Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

Urologia IEO  

Urologia IEO

Funzioni

La Divisione di Urologia tratta tutte le patologie oncologiche riguardanti l'apparato uro-genitale. Ogni anno vengono ricoverati più di 1100 pazienti per interventi di chirurgia. Vengono trattati tutti i tipi di tumori urologici: prostata, rene, vescica, testicolo e del pene.

Particolare attenzione è riservata alla chirurgia laparoscopica robotica al fine da ridurre l'impatto chirurgico mantenendo un alto grado di sicurezza ed efficacia dell'intervento. A tal proposito la Divisione di Urologia è stata la prima divisione ad introdurre all’Istituto Europeo di Oncologia la chirurgia robotica e dal suo esordio, nel novembre 2006, ad oggi sono stati eseguiti circa 1500 interventi di prostatectomia radicale e 210 di chirurgia del rene.

La chirurgia robotica è diventata il trattamento di elezione per queste due patologie. 
Il prof. Ottavio de Cobelli, ha all’attivo più di 700 interventi di prostatectomia robotica e 150 del rene, ha svolto  attività di perceptoring e proctoring di chirurgia robotica presso numerose aziende ospedaliere italiane (Cagliari, Brescia, Lecco, Alessandria, Nuoro, San Giovanni Rotondo, Pavia, Palermo) ed estere (Cluj-Napoca, Bucarest, Romania, Pleven - Bulgaria).

Nella stessa divisione vengono eseguiti interventi di chirurgia aperta  riservata al trattamento di voluminosi tumori renali e vescicali.

Il campo di ricerca è attualmente orientato all’integrazione dell’imaging radiologico come elenco di pianificazione di una chirurgia sempre meno invasiva e orientata soprattutto per la patologia prostatica al miglior recupero della continenza urinaria e attività sessuale e per la patologia renale al risparmio dell’organo renale.

Le patologie ad oggi trattate in Urologia in IEO con la tecnica robotica sono il tumore prostatico, renale, del surrene e della vescica.

Responsabili

Prof. Ottavio De Cobelli

Contatti

Ubicazione
IEO - Istituto Europeo Oncologico
Divisione di Urologia

Prof. Ottavio De Cobelli  

Prof. Ottavio De Cobelli_220px
 
Torna ad inizio pagina