Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Una nuova Pneumologia, con letti monitorati in telemedicina

Prof. Centanni
inaugurazione foto

Il reparto di Pneumologia dell'ospedale San Paolo si presenta, da oggi, grazie all'impegno, in tempi "record", di tutta la ASST, con rilevanti migliorie dal punto di vista strutturale e tecnologico, tra cui, l'ampliamento del numero dei letti, con l'aggiunta di ben 10 unità con monitoraggio in tempo reale in telemedicina. Questo significa che, da una vera e propria "centrale operativa" del reparto, verranno controllati e valutati i valori vitali dei pazienti che occuperanno tali letti. All'inaugurazione, avvenuta il 1 settembre 2020, alla presenza di autorità istituzionali e del Rettore di UNIMI, prof. Elio Franzini, c'è stata grande partecipazione da parte dei media, a testimoniare il ruolo chiave che il reparto di Pneumologia del nosocomio abbia rivestito e rivesta tuttora nella lotta al Covid-19 e non solo.
Esprimono grande felicità e gratitudine le parole del prof. Stefano Centanni, Direttore della Pneumologia e del nostro Dipartimento: "L’inaugurazione di questo reparto è un grande progresso per la Pneumologia e per tutta la ASST Santi Paolo e Carlo. I 10 letti monitorati in telemedicina sono coerenti con la delibera regionale che ha recepito le indicazioni del Decreto Ministeriale. In caso di ripresa della pandemia COVID-19 ( scenario che ci auguriamo non si presenti), la Pneumologia del San Paolo potrà lavorare in un asset sicuramente migliore rispetto a quanto avvenuto nel trimestre gennaio/marzo 2020.
In tempi “normali”, e quindi non di emergenza, questo reparto, dotato anche di un nuovo impianto di climatizzazione, di nuovi impianti di gas medicali e di una dotazione di letti monitorati, per i quali verrà quanto prima chiesto l’opportuno accreditamento, consentirà di gestire al meglio, come già avviene al Presidio San Carlo, i sempre più frequenti pazienti respiratori (malattie respiratorie III causa di morbilita’ e mortalità nel mondo contemporaneo), compresi i pazienti con insufficienza respiratoria con ipercapnia (livello elevato di anidride carbonica), in costante aumento epidemiologico.
Come Primario pneumologo, ma anche come Direttore del Dipartimento di scienze della Salute della Statale di Milano, incardinato nella ASST dei Santi sono davvero grato alla Direzione Strategica dell'Azienda, all’Ufficio tecnico e al personale che nel giro di soli due mesi sono riusciti a dotare il San Paolo di una risorsa incredibilmente preziosa. Un pensiero riconoscente anche ai benefattori che con le loro generose donazioni hanno reso possibile queste significative migliorie"

Nelle immagini alcuni momenti dell'inaugurazione.
Credits to: ASST Santi Paolo e Carlo

02 settembre 2020
Torna ad inizio pagina