Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Ospiti internazionali aprono l’anno dei Visiting Professor al DiSS

foto

Definirla come settimana internazionale non sarebbe abbastanza.

 

Mercoledì 18 e giovedì 19 gennaio saranno ospiti del DiSS diversi docenti, provenienti da più continenti. Il palinsesto del 2017 si fregia così, grazie al prof. Colosio e alla prof.ssa Canevini, della presenza di specialisti che parleranno ai giovani del nostro Dipartimento.

 

Si comincia mercoledì 18 gennaio alle ore 09:00 in aula Barnard, dove sei università Asiatiche (Kazakhstan, Kyrgyzstan, Tajikistan), due ONG degli stessi Paesi, due università indiane, tre università europee (Germania ed Estonia), e una fondazione Olandese stanno cooperando, sotto la guida del DISS, ad un ambizioso progetto di innovazione della ricerca e della didattica in ambito di salute pubblica e occupazionale in Asia. Il principale obiettivo del Progetto Erasmus+ “Tutorial”, coordinato dal nostro Prof. Colosio, è quello di portare nella didattica e nella ricerca universitaria di questi Paesi gli standard culturali dell’Unione Europea. Di tutti questi argomenti si parlerà Mercoledì 18 Gennaio al DiSS (IV Piano, aula Barnard) in un incontro pubblico programmato nella mattinata Vi attendiamo numerosi.

 

Giovedì 19 gennaio sarà la volta del prof. Nicola Longo in aula Curie a partire dalle ore 12:00, che presenterà l’intervento “Brain Creatine deficiency syndromes”.

Il prof. Longo si è laureato in Medicina e Chirurgia e ha ottenuto il Dottorato in Biologia Molecolare e Patologia presso l'Università di Parma in Italia. Si è specializzato in Pediatria, Genetica Medica e Biochimica alla Emory University di Atlanta negli Stati Uniti. Attualmente il Dr. Longo è Professore Ordinario di Pediatria e Professore a contratto di Patologia presso l'Università dello Utah, primario della Division of Medical Genetics e direttore del Servizio di Malattie Metaboliche nel Dipartimento di Pediatria, direttore del corso di specializzazione in Biochimica Clinica e co-direttore medico del laboratorio di Genetica Biochimica e Screening Metabolico Neonatale presso la ARUP di Salt Lake City negli Stati Uniti.
La sua attività di ricerca comprende le basi molecolari delle malattie metaboliche, lo screening metabolico neonatale, e lo sviluppo di nuove terapie per queste condizioni, con un particolare interesse per la fenilchetonuria. Il suo laboratorio di ricerca si occupa di disordini del trasporto di membrana, tra cui il deficit primario di carnitina e i difetti del trasportatore della creatina.
Parlerà delle sindromi da deficit primario di creatina, un gruppo di condizioni caratterizzate dalla deplezione di creatina nell'encefalo con conseguente ritardo dello sviluppo psicomotorio/disabilità intellettiva ed epilessia.

 

16 gennaio 2017
Torna ad inizio pagina